RITARDI NEI LAVORI, PERDITA DEL SUPERBONUS AL 110% E RISARCIMENTO DEL DANNO DA PERDITA DI CHANCE DI EFFICIENTAMENTO ENERGETICO

In caso di ritardata realizzazione dei lavori di efficientamento energetico, imputabile all’impresa appaltatrice, laddove si superi il termine di legge per usufruire della detrazione fiscale al 110%, l’impresa cui sono imputabili i ritardi nei lavori è tenuta a risarcire il danno patito dal committente, danno da calcolarsi nella misura della differenza rispetto alla successiva e inferiore aliquota (90%) di detrazione usufruibile.

Lo ha stabilito di recente il Tribunale di Frosinone con sentenza del 2 novembre 2023, la prima edita sul tema del danno per perdita del superbonus in conseguenza dell’inadempimento dell’impresa.

Nel caso esaminato il danno non è stato riconosciuto per l’intero valore dell’appalto ma solo per la differenza rispetto al minor beneficio fiscale fruibile nel periodo successivo.

La casistica si arricchirà certamente di altri interventi giurisprudenziali che terranno conto dell’evoluzione della normativa di settore.